Partners Con Il Sud Fondazione Peppino Vismara Con Il Sud Fondazione Peppino Vismara

News

The Economy of Francesco: giovani insieme per incidere sull’economia locale
19-04-2021 13:00

di Luisa Iaccarino – Hub EoF Campania

Con papa Francesco il ‘globale’ non prevale mai sul ‘locale’. E così, l’evento internazionale The Economy of Francesco ha lasciato spazio, quasi migrando in essi, ai percorsi territoriali per l’economia sostenibile. Le e i giovani che hanno partecipato all’incontro internazionale tenutosi lo scorso novembre, si stanno impegnando in Hub nazionali e regionali, per rispondere all’invito del Papa ad essere vento di cambiamento della storia. La finalità degli Hub territoriali è di avvicinare le e i giovani delle realtà locali a modelli economici sostenibili per la cura della ‘casa comune’. In Italia, quello campano è stato tra i primi Hub a costituirsi. Alla notizia dello spostamento dell’evento sulla piattaforma online, per motivi legati alla pandemia, i quaranta partecipanti della nostra regione, hanno deciso di formare un gruppo dove potersi conoscere meglio e scambiare le proprie storie ed esperienze, così da vivere al meglio i giorni di novembre.

Dopo Assisi, si sono organizzati come hub per dare continuità al percorso di EoF, in un’ottica di corresponsabilità e ciscuno/a secondo i propri interessi specifici. L’Hub della Campania riunisce giovani economiste/i, imprenditrici e imprenditori, appartenenti al mondo dell’associazionismo e changemakers provenienti dalle diverse province campane. Un movimento nato dal basso, consapevoli che per costruire un presente e un futuro migliore non servono idee pre-confezionate calate dall’alto, ma la consapevolezza che il processo di cambiamento è affidato nelle mani di tutte e tutti, soprattutto dei più giovani.

Il confronto tra Hub, intanto, continua attraverso incontri con le e i rappresentanti dei gruppi da diverse parti del mondo. I gruppi italiani, i più numerosi, mensilmente si riuniscono per programmare tappe comuni. Per il momento, tre sono i progetti nazionali a cui stanno lavorando: la partecipazione alle settimane sociali della Chiesa italiana, l’organizzazione di campi estivi sui temi di The Economy of Francesco ed un cammino, questa estate, che intreccia i percorsi francescani tra l’Umbria e il Lazio e li vedrà coinvolti in tappe dove raccontare l’esperienza di The Economy of Francesco.

L’Hub campano, a partire dalla situazione regionale, ha individuato tre aree tematiche – Fare impresa oggi, Giovani e Lavoro, Territorio e Sostenibilità – che hanno lo scopo di fornire strumenti pratici alle e ai giovani e prendersi cura della comunità locale. Attualmente i tre gruppi sono in una fase di raccolta dati e ascolto delle realtà locali: un lavoro preliminare necessario per proseguire con la fase di progettazione.

Per il gruppo Fare impresa oggi, l’obiettivo non è aggiungere nuove imprese o consorzi accanto a quelle già esistenti, ma creare un collegamento e favorire la conoscenza reciproca tra le buone prassi presenti sul territorio, avvicinando imprese e giovani imprenditori al mondo dell’economia sostenibile. Il gruppo attualmente è impegnato in una raccolta ed una mappatura delle buone prassi, dall’esperienze del policoro fino alle imprese che promuovono l’economia di comunione in Campania.

L’area Giovani e lavoro, invece, sta preparando laboratori di formazione per le scuole sui temi dell’economia civile, da proporre all’inizio del prossimo anno scolastico. Tra aprile e maggio ci saranno incontri di presentazione con alcuni istituti di Ischia. Lo sforzo è di cambiare approccio al mondo, partendo da coloro che sono in una fase di costruzione della loro vita. Per questo motivo quest’area si interessa della condizione giovanile in Campania su due fronti: dialogo con le istituzioni e denuncia delle problematiche legate al mondo del lavoro, e studio e formazione.

L’area Territorio e sostenibilità è il più ampio in quanto abbraccia gli obiettivi dell’agenda 2030 e le modalità con cui lavorare per mettere in relazione tutela dell’ambiente e sviluppo economico. In questa prima fase, le ragazze e i ragazzi di questa area, sono impegnati nell’individuazione di criteri su cui basare alcuni indicatori che possano valutare in modo quantitativo e qualitativo la sostenibilità dei territori. Tale strumento potrá permettere la misurazione dei parametri di sostenibilità e diventare modello replicabile su vasta scala, seguendo il paradigma dell’economia tra ambiente e società.

Pensare in rete e favorire il dialogo tra le diverse realtà e sensibilità territoriali è il primo scopo delle e dei giovani partecipanti all’Hub. Tra i primi percorsi di confronto avviati, c’è la collaborazione con i promotori dei webinar “The Economy of Francesco: narrAzioni in rete”, organizzati da Villa Fernandes in risposta all’invito di “ri-animare” l’economia lanciato da Papa Francesco, incarnandolo nella prospettiva territoriale. A partire da tre parole chiave – vocazione, cultura e patto –, l’intento è offrire spunti per una nuova narrazione economica che possa tradursi in scelte e azioni concrete. Dopo i primi tre tavoli di confronto – Appello al territorio, Cultura dell’incontro, Solidarietà territoriale e sviluppo umano integrale –, il ciclo di webinar si concluderà il 21 aprile con l’intervento di Luigino Bruni, coordinatore del progetto Economia di Comunione e di The Economy of Francesco, su un altro tema cruciale da cui dipende anche il futuro della nostra Regione: L’economia dell’ultimo tempo.